—— LABORATORIO ——
PERCEZIONE EMOZIONE ESPRESSIONE
con
Paola Barbicinti e Silvia Vidotto

giovedì: ore 15 -16.30

Costruiamo insieme ‘percorsi‘ in cui ogni partecipante sarà il soggetto cha fa esperienza di sé,
• delle proprie possibilità di attenzione e strategie di memorizzazione;
• della propria energia;
• del proprio desiderio di espressione con il corpo e di comunicazione grafica di un’emozione;
• delle possibilità di inventare nuove relazioni partendo da situazioni casuali;
• di spostare il proprio punto di vista e di condividere l’esperienza con gli altri.
Percorsi dell’attenzione, giochi per riflettere sui propri canali sensoriali di memorizzazione, mappe di percorsi relativi al proprio spazio abitativo o altro, osservazione di opere di pittura, visualizzazione di stati d’animo, disegni analogici, sono alcune delle proposte operative da modulare sulle potenzialità e disponibilità dei partecipanti a mettersi in gioco, nel massimo rispetto delle difficoltà e dei vissuti individuali.

Le proposte per l’anno 2019/20
Una sequenza di visualizzazioni su alcuni archetipi (modelli elementari, immagini che appartengono a tutto il genere umano che parlano di noi, svelano i nostri sentimenti, sensazioni e paure), condotte con tecniche immaginative e di rilassamento su tematiche di riferimento, precedute da un training sugli elementi costitutivi basilari dei due linguaggi: visivo e motorio, sarà il filo conduttore degli incontri di questo settimo anno di laboratorio ‘Percezione, emozione, espressione’.
Le tematiche di riferimento (quali la salita al monte, il castello, il giardino esoterico, ecc.) con le quali si apriranno i diversi cicli di incontri, saranno occasione per una rivisitazione delle stesse attraverso l’approfondimento del simbolismo ad esse inerenti, la proposizione di qualche testo letterario, l’agire nuovi miti d’oriente e d’occidente.
Il nostro obiettivo sarà quello di accrescere la consapevolezza sugli aspetti oppositivi con i quali ci troviamo spesso ad affrontare la nostra quotidianità e, più in generale, la nostra ‘visione della realtà’.
Proiezioni di spezzoni di film, riprese video, ascolto musica, esperienze corporee e grafiche, alcune uscite ai musei o in luoghi cittadini, correderanno le diverse attività.